Musante

Biografia di Francesco Musante

Francesco Musante nasce a Genova nel 1950.
Dal 1971, si dedica all’arte a tempo pieno, spazia fra pittura, scultura, grafica, ceramica, dal 1975 si dedica alla pittura figurativa.
Durante la sua carriera Musante ha creato illustrazioni di diversi libri e racconti di fiabe.
Dal 1971 a oggi si sono susseguite più di 300 mostre personali, in spazi pubblici e privati, consolati e musei, da Roma a Gedda, da Odessa (Urss) a Riad.

Importanti le collettive a livello internazionale, tra le quali: Berlino 1986, varie edizioni del “Salon de la Jeune Peinture” al Grand Palais di Parigi 1987/1988, Interarte a Valencia dal 1988 al 1990 Biaf Barcellona 1989, Museum of Modern Art di New York 1993, Museo Peggy Gugghenheim di Venezia 1994, tra le più recenti “Rifiuti Preziosi” e “Dal Nouveau Rèalisme alla cultura contemporanea” alla Strozzina di Palazzo Strozzi a Firenze 2006, la personale al Castello Baronale di Fondi (LT) dal tema L’abbecedario illustrato dei sogni 2007.

Ha collaborato, prestando i suoi “personaggi”, alla realizzazione della sigla e delle scenografie dello spettacolo televisivo Zelig 2007.
Il 2011 lo ha visto impegnato nell’esecuzione dei bozzetti per le scenografie e i costumi per la Bohème del Teatro Carlo Felice di Genova mentre nel 2012 è la volta della mostra pubblica alla Rocca Roveresca di Senigallia (AN).

Musante progetta una casa scultura di 100 mq per Telecom Italia: un’installazione itinerante che viene esposta a partire dall’estate in varie città d’Italia tra le quali Genova, Bari, Pisa, Milano e Bologna 2013. Castelfiorentino, BeGo Museo Benozzo Gozzoli e Oratorio di San Carlo 2014.